io, mentre aspetto i 500 mila euro

C’è per caso qualcuno che mi darebbe spontaneamente 500 mila euro a fondo perduto? E poi eventualmente 20 mila al mese, per le piccole spese? E già che ci siamo, mentre sono lì al rogito per comprarmi una casa, vado a incipriarmi il naso e quando torno il notaio mi dice: “Signora, siamo a posto così. Quando era in bagno è passato uno e ha pagato per lei”.

Perché sono cose che succedono, vedete? Viviamo in un paese meraviglioso.

Avrei dei lavori abbastanza urgenti da fare in casa, poi ho una vecchissima cascinotta di famiglia che andrebbe ristrutturata, magari avviare un’attività per mio figlio, pensavo anche di farmi un bel paio di tettone tipo quelle di Debbie Castaneda, eventualmente anche una tiratina, una spuntata al naso che è sempre stato importante, il guardaroba da rifare ex novo, mica posso andare a Cortina conciata in qualche modo, una barchetta, anche il dentista che ho una cosetta da sistemare, e ora non pretenderete che io vi dica tutti i fatti miei, scusate.

500 mila euro, e via, che cosa saranno? La gran parte di noi non li vedrà mai, tutta la vita lì a fare i conti, forse è meglio che imbianchiamo noi, quel dente lo posso lasciare andare, in vacanza quest’anno no, magari la zia ci ospita in Brianza, se finiamo in tempo col mutuo riusciamo a pagare l’università al ragazzo… Gesù, che gente.

Quando invece basterebbe dirlo: mi servirebbe mezzo milione per rifarmi una vita, che cosa sarà mai mezzo milione, vedrete che se qualcuno, tipo il premier, viene a saperlo, li sborsa subito, perché lui aiuta tutti.

Per contatti, benissimo il blog.